BENVENUTI NEL SITO DELL'ASSOCIAZIONE ONLUS

TUTELA ANIMALI BOLOGNA 1891

Ci occupiamo della promozione, del benessere e della tutela dei diritti degli animali

  • 1
  • Lizbeth Miki
  • Pilar3
  • Profilo
  • CICCIO1
  • CIRO
  • 2
  • Mia
  • Roger
  • Sid
  • CRETA1
  • GINO
  • 3
  • Slide6
  • Aida
  • Briciola
  • MAGGIE
  • STREET

UN TRANQUILLO LUNEDI DI TERRORE

incidente

 Per chi non lo sa, il nostro gattile è ubicato in un terreno tra l’uscita 2 e la 1 della tangenziale. Vi si accede dalla rotonda Benedetto Croce, prendendo quello che chiamano il “ramo verde” e che dalla rotonda porta poi in tangenziale e in autostrada. È una rampa breve, con poco traffico, più in basso rispetto alla tangenziale, sulla quale dopo circa ducento metri si innesta.

Ci affacciamo sulla rampa, per cercare di capire cosa sta succedendo. Rosanna esce e sale sulla massicciata da cui si arriva in tangenziale. L’incendio da lì si vede, a una distanza di circa 5-600 metri. Come dire, vicinissimo. Cerchiamo di tranquillizzarci, i vigili del fuoco sono già arrivati, li abbiamo visti salire sulla rampa davanti a noi (rampa che poi per tutto il pomeriggio sarà utilizzata per i mezzi di soccorso, la percorrono, arrivano sulla tangenziale, fanno inversione di marcia sulla corsia di emergenza e in un attimo sono sul punto dell’incidente).

Sono le 13.52, sentiamo un altro scoppio, fortissimo. Una nuova colonna di fumo, molto più alta della precedente. Poi dopo un attimo, un boato. E la colonna di fumo si trasforma in una colonna di fuoco (mi diranno poi alta 120 metri). Intorno è tutta vegetazione, se prende fuoco e arriva fino a noi siamo veramente fritti! Adesso abbiamo veramente, ma veramente paura. Una cosa così l’abbiamo vista solo al cinema. Non sappiamo cosa fare. Aspettiamo, chiediamo informazioni, chiamo il 115, è sempre occupato, ovviamente, mi collego con internet ma quello che c’è è già quello che so. Quello che non so è che i vigili del fuoco sono già lì, hanno impiegato 16 minuti ad arrivare. Sapendo dove è ubicata la caserma mi chiedo come abbiano fatto ad arrivare in 16 minuti. Forse volando … è vero, gli angeli volano …

Per intenderci, l’ultimo boato che abbiamo sentito era quello del ponte sulla tangenziale che crollava sulla via Emilia Ponente, seminando terrore e distruzione …

Ora non si sentono più scoppi, ma solo il ronzio degli elicotteri, le sirene della polizia, dei carabinieri, delle ambulanze, dei vigili del fuoco. Passano tutti, e sono tanti. Vedo l’elicottero della polizia, poi quello dell’Ospedale Maggiore, poi quello della guardia di finanza, quello rosso dei vigili del fuoco, che è andato sul Reno a caricare acqua …

Qui è tutto tranquillo, a parte il nostro terrore …

La notizia corre sulla rete, sulla tv, le informazioni passano tra le persone … e tutti cominciano a chiamare, i volontari del gattile; Chiara, il nostro medico di base; gli amici, Elena della Cuccia, Silvia della Laer; Antonio del gattile di Pianoro, che sta all’altro lato della città mi manda un post: “Il nostro gattile è a disposizione per qualsiasi cosa”; Christine, la nostra adorata cardiologa mi scrive “Il mio centro veterinario è a disposizione”, Diana di Miciamici “vengo lì ad aiutarti”, Loretta, la nostra catturatrice, Anna di Mondogatto … la rete delle gattare e dei gattari funziona, ed è bello che tutti chiedano “i gatti come stanno” e poi “tu come stai?”.

I gatti stanno bene, sono solo arrabbiati, molto ma molto arrabbiati perché sono le 15 e invece di stare al telefono dovrei, io, umile schiava, mettere in tavola il pranzo…

Grazie a tutti coloro che ci hanno telefonato, messaggiato, whatsuppato … grazie per la vostra amicizia e la vostra solidarietà!